• 1
  • 2
  • 3

PANGEA - Sistemi di captazione dell'acqua

2-sistemi-di-captazione-dell'acqua

 

Già dai 12.000 ai 10.000 anni fa, venivano realizzate strutture di sostegno dei suoli, muri di pietrame e piattaforme di argilla per la cattura dell’acqua. In zone aride come l’Africa, il Medioriente e l’Anatolia, data la mancanza di pioggia, si svilupparono metodi di captazione e gestione dell’acqua.

Ancora prima della nascita delle tecniche d’irrigazione, si utilizzò l’acqua presente in condizioni di aridità sfruttando l’umidità atmosferica e l’acqua dei sedimenti del terreno. Nelle aree situate vicino a bacini, corsi d’acqua e ammassi di pietrame che favorivano l’apporto di vapore acqueo, l’umidità che si deposita sul suolo, ha avuto un ruolo determinante. I terreni alluvionali, i corsi asciutti degli wadi, conservano le riserve idriche negli strati superiori. Queste aree geografiche, diventeranno l’habitat delle prime società neolitiche.

Strutture di captazione

Pietre allineate – catturano l’acqua che sprigionano i venti umidi e la condensa che si forma durante la notte

Harrah – dighe in pietra usate nei sistemi agricoli sabei e nabatei

Sbarramenti lungo gli wadi – sbarramenti che bloccano il flusso sotterraneo lungo gli wadi e drenano l’acqua dei sedimenti tramite canalizzazioni che irrigano i terrazzi ai bordi dell’alveo

1pietre allineate-harrah-sbarramenti

Specchie (Puglia)

Le specchie sono cumuli di pietra calcarea sparsi per le campagne.

Questi ammassi di pietrame a secco, di forma generalmente conica, funzionano come condensatori di umidità : la temperatura notturna calando, dà origine al fenomeno della condensa permettendo l’accumulo di acqua.

Tale tecnica, molto antica, è usata a causa della scarsa piovosità sul territorio e della mancanza di circolazione superficiale di acqua sui terreni calcarei.

L’uso sepolcrale delle specchie, è limitato a pochissimi esempi ed è possibile che sia successiva all’uso originario di dispositi idraulici.

specchiaTu’rat (Puglia)

Le tu’rat sono dei tumuli di pietra a forma di mezzaluna. Sfruttando le nebbie e i venti umidi della costa jonica, al loro interno è possibile far crescere piante e alberi per l’effetto di accumulo di acqua piovana.

Questa tecnica è molto antica ed è diffusa anche nel deserto del Negev, in Perù, negli USA, in Cina e in Nuova Zelanda.

3 tu'rat

Tanka (Spagna)

Muri a secco, usati in agricoltura, che funzionano da collettori di rugiada e captano il vento carico di umidità grazie alla disposizione delle pietre con larghi interstizi.

tanka Spagna

Superfici di captazione

Jazzo (Laterza-Puglia)

Muretto a secco utilizzato come recinto e superficie di captazione dell’acqua.

Al suo interno, mediante la pendenza del terreno, si deposita l’acqua piovana.

5 jazzo

 

Raccolta di acqua negli ipogei a corte

Ingresso di grotte che condividono l’aia-giardino funzionante da captatore d’acqua.

6 ipogei a corte

Masseria rupestre di San Falcione

Masseria rupestre di San Falcione

 

Masseria rupestre

Masseria rupestre con ipogei a corte

 

Abitazioni a terrazza e impluvio

Organizzazione strutturale di una masseria per raccogliere l’acqua delle piogge.

7 masseria Matera

Masseria

 

 

Laghi di Conversano (Bari-Puglia)

Sono un’insieme di dieci doline carsiche dove si accumulano, temporaneamente, le acque meteoriche.

Nelle doline sono stati costruiti pozzi che raccolgono e preservano le acque superficiali per gran parte dell’anno.

SANYO DIGITAL CAMERA

Lago di Sassano

SANYO DIGITAL CAMERA

Lago asciutto


 

 

Condividi questo articolo

PLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMIT
Orto dei Tu'rat Via Marco Polo 67, 73055 – (TORRE SUDA) RACALE (LE)
Cell (+39) 3282260629 – e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
C.F.: SPCCSM61P05H147O P.IVA: 02865991208

TERMINI & CONDIZIONI - PRIVACY POLICY - INFORMATIVA COOKIE

Puglia EventsEPPELA: le mezzelune fertili che spremono acqua dalla pietra

Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL
in collaborazione con Salento Open Source